Giovani imprenditivi: presentati i progetti vincenti dei bandi

28.07.2016

Dare slancio a nuove idee micro-imprenditoriali: questo il proposito di Living Land con il lancio dei Bandi “Giovani Idee” e “Giovani Ambasciatori del Territorio”. I giovani sono stati chiamati a presentare delle proposte progettuali innovative per lo sviluppo del territorio, in ambito turistico, ambientale, educativo, tecnologico o culturale. I vincitori sono stati premiati per l’intenzione di mettere in rete diverse realtà locali e la capacità di sviluppare proposte concrete, che adeguatamente supportate nella fase di realizzazione appena avviata, potranno essere un’occasione di crescita personale oltre che di rinnovamento per la comunità locale.  In totale, sono 16 i progetti premiati che vedranno 78 giovani "imprenditivi" impegnati nei prossimi mesi nella fase di attuazione delle proprie idee.

 

 

Lo scorso 22 giugno presso l’Informagiovani di Lecco si è tenuta la cerimonia di presentazione dei progetti vincenti del bando “Giovani Idee”, pensato per premiare le idee innovative nel campo ambientale, educativo, turistico, culturale e delle nuove tecnologie, tematiche centrali per lo sviluppo del territorio locale, con un contributo complessivo di 25.500 euro. RACCONTARE IL FARE, questo il titolo del primo progetto vincente realizzato dal gruppo “I tre tamburi” con l’obiettivo di far conoscere ai cittadini la realtà del MEAB (Museo Etnografico Alta Brianza) e del Parco Monte Barro: attraverso il coinvolgimento dell’associazione Taiko Lecco, il progetto prevede una ricerca sulle usanze, le fiabe e le leggende giapponesi e locali per stendere un testo narrativo che metta in relazioni le due culture e la realizzazione di uno spettacolo musicale e teatrale. E’ stata premiata l’attenzione all’ambiente del gruppo “Ruerini” con il progetto RACCOLTA RUERA, che prevede l’organizzazione di tre eventi di raccolta rifiuti lungo le sponde dell’Adda a bordo di barche, canoe e kayak nel tentativo di risvegliare la coscienza ambientale nei cittadini. Il gruppo più numeroso, il P.I.G. acronimo di Persone in Gruppo, composto da giovanissime leve 1991-1996, si è proposto, invece, di riqualificare lo spazio “SENZA STANZA” - da cui il nome del progetto - adibendolo a iniziative culturali ed eventi vari, organizzati da giovani, per la comunità di Dolzago e dei comuni limitrofi. Di stampo turistico, il progetto ORIZZONTI intende creare un Infopoint e realizzare una serie di eventi per far entrare in contatto i turisti con la tradizione enogastronomica, storica, artistica locale o per promuovere l’ecoturismo. Sempre sullo stesso filone, il progetto del gruppo “Verticalmente amici” per la VALORIZZAZIONE DEI SITI DI ARRAMPICATA del Parco Regionale della Grigna Settentrionale mira, invece, a promuovere il turismo sportivo attraverso la realizzazione di materiali e segnaletica promozionale, mentre il progetto TRADIZIONI A PORTATA DI CLICK valorizzerà il territorio della Valvarrone - nello specifico i paesi di Tremenico e Avano – tramite l’installazione pannelli turistici in chiave moderna, comprensivi di QR code. Favorire l’integrazione tra immigrati e la popolazione residente è l’obiettivo del progetto RACCONTI IN MOVIMENTO che con una serie di iniziative mostrerà alla cittadinanza i parallelismi tra la passata emigrazione degli italiani e l’attuale fenomeno dell’immigrazione. Anche il FESTIVAL INTERCULTURALE UBUNTU si è aggiudicato il premio con la proposta di un’iniziativa in tre giornate con cui si possa favorire l’incontro tra gli ospiti stranieri del C.A.R.A. di Maggio e i cittadini residenti. È poi di un gruppo tutto al femminile la proposta FLOATING CITY, che intende aiutare i giovani a riconquistare gli spazi della città di Lecco attraverso un percorso a tappe, tematico e interattivo, che conduca il giovane visitatore-giocatore in giro per la città, alla scoperta dei tesori locali, come una grande caccia al tesoro su più giorni. CON OCCHI DIVERSI è il progetto curato da tre ragazzi di Bosisio Parini che realizzeranno un cineforum presso la biblioteca di Cesana Brianza per dare occasione, a grandi e piccoli, di riflettere su alcuni temi d’importanza sociale come tecnologie, inquinamento, amicizia e solidarietà. La proposta ELISIR DI GIOVINEZZA del gruppo “Fare Rete” è dedicata, invece, alla Terza Età e intende realizzare una serie di incontri per stimolare la mente in modo attivo attraverso tecniche specifiche, con la collaborazione di AUSER di Merate-Paderno d’Adda, AUSER di Cernusco Lombardone e AUSER provinciale di Lecco. Infine, SCUOLA DI SOCIALIZZAZIONE prevede degli interventi educativi e preventivi sul tema del social media rivolti ai pre-adolescenti di 9 classi dell’istituto comprensivo del distretto di Bellano, mentre FERMO! SEGUIAMO LUCIA ha lanciato l’originale idea di realizzare di un “kit”, da distribuire presso musei e librerie, che permetta la riscoperta dei Promessi Sposi con un approccio giocoso e divertente rivolto ai più piccoli.

Il 13 luglio 2016 presso il Granaio di Villa Greppi a Monticello Brianza si è, invece, tenuta la presentazione ufficiale dei progetti che hanno vinto il Bando “Giovani Ambasciatori del Territorio”. Il bando, rivolto ai giovani residenti nell’ambito distrettuale di Merate e nei comuni afferenti al Consorzio Brianteo Villa Greppi, ha permesso di supportare e finanziare le migliori idee progettuali in ambito turistico-culturale che intendono mettere in luce e rilanciare le bellezze artistiche, naturalistiche e storiche della Brianza. Soni stati tre i progetti che si sono aggiudicati la dotazione economica 1.800 euro (l’importo complessivo messo a disposizione per sostenere i progetti è pari a 5.400 euro). Il primo progetto classificato è il progetto del gruppo “Gli esperti”, un gruppo di ragazzi della classe 1989. Il progetto, dal titolo VACANZE BRIANZOLE, prevede la strutturazione di 8 itinerari, 4 per adulti e 4 per bambini, nei comuni di Besana in Brianza, Briosco, Triuggio e Casatenovo; ogni itinerario permetterà di conoscere la vita di chi viveva in passato in quei territori, partendo dagli indizi materiali consapevolmente o inconsapevolmente lasciati, e approfondirà il potere delle famiglie che furono a capo delle comunità sin dal Medioevo, il ruolo dei parroci e delle comunità religiose, e la vita quotidiana della popolazione nei tempi passati. Per ogni uscita è previsto un piccolo contributo economico da parte dei partecipanti che sarà utilizzato per pagare il biglietto d’ingresso a ville e musei situati lungo i percorsi. Il secondo progetto che si è aggiudicato il contributo è #DISCOVERYOURLANDSCAPE, con il proposito di valorizzare e riscoprire il Parco Agricolo della Valletta attraverso l’unione di storia e presente, passando dalle antiche cascine storiche alle nuove aziende agricole orientate a un’agricoltura attenta; il progetto si muove attorno a quattro attività - osservare, camminare o pedalare, visitare e riposare - e attraverso l’istallazione di semplici dispositivi lungo un itinerario individuato, intende rendere visibili e chiari i paesaggi e gli elementi esistenti, fatti di storia (cascine, corsi d’acqua, boschi) e di nuove attività (aziende agricole, stalle, maneggi).  Infine i Damm a tra’ hanno immaginato al progetto SULLE ORME DI FLORA ispirandosi al libro “Note nell’aria”, che descrive le avventure di una giovane ragazza, Flora, nella Monticello di fine ‘800: illustrando, attraverso strumenti e immagini, la vita tra Diciannovesimo e Ventesimo secolo, il progetto vuole far riscoprire gli aspetti pratici e manuali con cui si viveva in quell’epoca e indagare il contesto produttivo tradizionale attraverso un itinerario che si snoda attorno a 7 tappe tra Monticello Brianza e Besana in Brianza, le quali riprendono i luoghi che ripercorre Flora all’interno del libro e a cui si aggiungerà la visita all’azienda agricola di Cascina Rampina. 

Please reload

Please reload

Search By Tags
Please reload

Archivio
Please reload

Privacy Policy - Informativa gestione dati personali

LIVING LAND 

 via Belvedere, 19  -  23900 Lecco - T. 0341.286419

livingland@consorzioconsolida.it

  • Youtube
  • Facebook Icona sociale
  • Instagram